Una nuova sede: un nuovo modo di vivere il TEMPO in AGS

AGS In&Out

Da queste parti, comunque, non guardiamo indietro a lungo. Andiamo sempre avanti, aprendo nuove porte e facendo cose nuove, perché siamo curiosi… e la curiosità ci porta verso nuovi orizzonti.

È questa la citazione che potrai leggere appena entrerai nella nostra nuova sede.

Abbiamo preso alla lettera le parole di Walt Disney e abbiamo colto l’opportunità di rimodellare gli spazi fisici in cui lavoriamo per migliorare il percorso creativo alla base di ogni nostro progetto.

All’entrata una sala pose per il fotografo Fabio Monetti: il confronto tra il team creativo sarà ancora più veloce ed efficace.

Tutti i sogni possono diventare realtà se solo abbiamo il coraggio di inseguirli.

Le scale che percorrerai costituiscono la nostra timeline: ammira la nostra storia, ripercorri il nostro tempo riassunto nei progetti creativi dei calendari AGS dal 2008 ad oggi (mentre lo fai comunque stai attento anche agli scalini).

Saliti al primo piano ti accoglierà la squadra al completo: team creativo e copywriter, web master e account in un unico grande open space in cui tutti hanno il loro spazio e ognuno può contribuire al processo di creazione con un’idea, una parola o, semplicemente, con la sua identità.

Una sala di formazione della scuola Area Web a disposizione di chiunque voglia seguire le sue passioni e ampliare le sue conoscenze e competenze.

Un lungo corridoio ti guiderà verso la nuova sala riunioni, dove il confronto con i nostri partner consente l’identificazione degli obiettivi e delle strategie per raggiungerli.

Questa è la strada da percorrere: insistere per arrivare lontano.

Infine, uno spazio dedicato a chi ha reso possibile tutto ciò, la persona che ha unito i tasselli e formato una squadra affiatata, curiosa, desiderosa di guardare sempre avanti verso nuove opportunità e orizzonti.

Siamo in Via Cappello Vecchio, 11, 84131 Salerno: ti aspettiamo per un caffè in AGS!

, , , , , , ,
Articolo precedente
Al Sigep 2019 l’entusiasmo è contagioso!
Articolo successivo
Made Expo 2019: ritmo, design, tecnologia.

Ti potrebbe interessare

Menu